«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

martedì 31 gennaio 2012

Gatti meno cretini


...e pure senza gotta!
Tutto questo grazie alle nuove crocchette che ho comprato oggi per Bisba (non c'erano le solite e ho preso una confezione a caso...): infatti, arrivato a casa, mi sono accorto che non solo sono arricchite di selenio e vitamina E ma anche di iodio!
Vedi Controindicazioni del sale iodato per capire le ragioni del mio divertimento...

Magico bracciale! 1-Febbraio-2012
A una settimana da quando ho ricominciato la dieta, grazie alla potenza magica del mio bracciale (vedi Bracciale magico dimagrante), sono dimagrito esattamente di 1.0 Kg!!
Per la prossima settimana l'obiettivo è perdere un altro mezzo chilo...

Iniziato Ledificio 1-Febbraio-2012
Come ipotizzato in Bella trama! mi sono realmente deciso a provare a scrivere un breve racconto basato sul sogno fatto: appena finito vedrò di pubblicarlo in 2 o 3 post...

Problemi col DNS 4-Febbraio-2012
Oggi internet va da fare schifo! Stranamente il problema non è la velocità di download o upload: le ho testate e sono entrambe praticamente al valore nominale. Il problema è invece la risoluzione degli indirizzi da parte del DNS: qualsiasi indirizzo richiede 4/5 secondi e spesso questi ritardi diventano cumulativi...
Spero si tratti solo di un inconveniente temporaneo...

Aggirati i problemi col DNS 6-Febbraio-2012
Per l'intera domenica ho proseguito ad avere problemi con internet (Es. circa 10 sec. per aprire la prima pagina del Corriere.it che poi appariva tutta insieme). Come spiegato pareva abbastanza evidente che il problema fosse col DNS di Telegom (il mio provider) così ho cercato dei DNS pubblici in alternativa. Ho scoperto che Google ha i suoi, ho provato a usarli, e, strano a dirsi, ho risolto il problema!

lunedì 30 gennaio 2012

Bella trama!

Stanotte ho fatto un bel sogno!
Per “bello” intendo un sogno che ha una trama interessante, misteriosa e senza inconsistenze significative.
Di seguito ne descrivo gli elementi essenziali cercando di non perdermi nei dettagli insignificanti o stupidi...

Ero con due amici del liceo (avevo sui vent'anni) e accompagnavo uno di essi a casa sua dove c'era un problema di poltergeist o simile (non era chiaro almeno inizialmente).
La cosa strana è che per raggiungere il suo appartamento al terzo piano, dovevamo fare un giro strano attraverso l'edificio che lo conteneva (come se la rampa di scale o l'ascensore della sua ala fossero interrotti).
Raggiungiamo il suo appartamento e io inizio una dura battaglia contro il poltergeist: lui mi tira cuscini addosso (!) ma capisco qual è il suo punto debole e scaglio più volte una scheggia di ferro contro dei vecchi televisori (!). Alla fine sembra che io abbia ottenuto la meglio: nel frattempo i miei amici si sono dileguati.
Giro a lungo all'interno dell'edificio ma non mi riesce trovare l'uscita e anzi rimango bloccato al terzo piano: apparentemente ritorno sempre al punto di partenza, nell'appartamento del mio amico...
Dopo molto tempo raggiungo una specie di balcone chiuso da delle vetrate: l'aria è cattiva e sembra fumosa (in realtà c'è davvero un piccolo fuoco acceso che mi affretto a spegnere) ma soprattutto, con mia grande sorpresa, vedo delle persone in strada. Apro la finestra ma sono così sicuro che non mi sentiranno se urlo che, per farmi vedere, scaglio giù un suppellettile. Invece no! Subito almeno due o tre persone mi vedono e, dal basso, mi urlano chiedendomi cosa ci faccia all'interno dell'edificio e come abbia fatto ad arrivare dove sono. Sembrano sorpresi del mio stupore. Quando gli chiedo di aiutarmi a uscire mi dicono che apriranno l'uscita, evidentemente sbarrata, e che dovrò scendere al piano di sotto.
Sembra tutto di nuovo così normale che non mi preoccupo più del labirinto e anzi, prima di incamminarmi, chiedo a un vecchio che è rimasto a guardarmi che fine abbiano fatto i miei amici: questo ride e mi dice "che dovrei avere la sua età e aver letto i giornali per saperlo". Sul momento non ci faccio caso e mi affretto a raggiungere i soccorsi...
Ovviamente mi riperdo e continuo a vagare ritornando al punto di partenza più e più volte. Nel frattempo la frase del vecchio da incomprensibile acquista un tetro significato: l'avventura con i miei amici deve essere avvenuta circa 50 anni prima, quando il vecchio aveva la mia età, e deve avere avuto un epilogo da cronaca nera per essere finita sui giornali.
Vago ancora a lungo e finalmente raggiungo un'uscita al piano terra: all'ingresso, con una maschera sul volto, c'è una donna che, benché invecchiata, riconosco subito: era fra le persone che avevo visto dal balcone. Non sta bene: mi spiega che l'aria è diventata ancora più inquinata di prima (capisco che l'aria cattiva che avevo percepito dal balcone non era tale per il fumo del fuocherello) e non è più respirabile. Capisco di essere finito almeno altri 25 anni nel futuro. Le spiego brevemente la situazione e, per quanto incredibile, la donna mi crede perché anche lei mi ha riconosciuto. Mi dice che l'apparente maledizione dell'edificio può essere in realtà una benedizione, forse l'unica via di salvezza: non c'è possibilità di vita all'esterno e mi convince a guidarla all'interno dell'edificio. La speranza è di riuscire ad arrivare in un tempo migliore...
Vaghiamo insieme a lungo: finalmente ritroviamo la medesima uscita dove c'eravamo incontrati. Si capisce subito che fuori è una bella giornata di sole: questa volta, come sperato, siamo tornati indietro nel tempo! C'è un problema però: fuori è in corso una vera e propria battaglia. Dalle uniformi riconosco soldati tedeschi della seconda guerra mondiale: volano proiettili e granate da tutte le parti. La donna scappa fuori ma rimane immediatamente uccisa, io invece mi rifugio nuovamente all'interno dell'edificio e riprendo a vagare...

Finalmente mi sveglio!

Insomma, a parte alcune stupidaggini, tipo il poltergeist che mi prende a cuscinate, o elementi irrilevanti, come il fuocherello sul balcone, la trama del sogno è molto coerente. E nella mia sintesi non ho assolutamente descritto l'ambiente grigio e polveroso dell'edificio abbandonato. I suoi corridoi sempre uguali eppure diversi, le grandi stanze prive di finestre, cupe, colme di cianfrusaglie abbandonate... Il silenzio, la solitudine...
In effetti il sogno non aveva solo un ottima trama: anche la scenografia era eccellente!

Anzi il sogno di stanotte mi piace così tanto che mi prudono le dita dalla voglia di scriverci sopra un racconto!

domenica 29 gennaio 2012

Grave lutto

Molti cattivi ministri, avendo predicato a lungo l'onestà senza cercare di raggiungerla, alla fine si immaginano di possederla” - Confucio

Di certo, a forza di tanto predicare, Egli doveva immaginarsi di avere chissà quante virtù...

Infatti, la notizia odierna, è la morte di un ex presidente: siccome giornali e TV non mancheranno di esaltarne le qualità io mi limiterò a scrivere poche riflessioni sul perché non mi piacesse...

Se ne è andato uno dei massimi simboli dell'ipocrisia. Politica e non.
Un politico uso ai maneggi dei più loschi anfratti dei palazzi del potere, il simbolo di una politica fine a se stessa, tutta rivolta alla sola perpetuazione della propria influenza.
Stereotipo del bigotto moralista.
Così lontano dagli italiani da “meritarsi” di essere eletto al vertice della Repubblica, vertice dal quale, come ringraziamento, non ha mai lesinato discorsi retorici e ampollosi.
Una macchia di petrolio nel mare, di per sé inquinato, della politica italiana.
Ricordo ancora, col sorriso sulle labbra, la vecchia definizione di muride (vedi qui) che Feltri affibbiò all'amato presidente...

Conclusione? Solo i migliori muoiono giovani...

sabato 28 gennaio 2012

Bracciale magico dimagrante

Cos'è successo alla mia dieta?
Chi segue attentamente il mio blog avrà notato che l'ultima notizia al riguardo risaliva al 6 novembre (vedi corto Bilancia out of order) quando mi limitai a spiegare che le batterie della bilancia si erano esaurite e che le avrei ricomprate al più presto...
In realtà le cose sono andate ben diversamente! Già da qualche mese la mia dieta era entrata in crisi: sempre più spesso mi concedevo abbuffate fuori luogo e, nonostante pedalassi come un matto sulla cyclette, non riuscivo più a far calare il mio peso. La conseguenza è stata che ho colto l'occasione per prendermi una pausa dalla dieta.
Nel frattempo, mentre mangiavo in libertà, anche le pile della bilancia hanno ripreso un po' di vigore e così mercoledì mattina, prendendo il coraggio a tre mani, mi sono pesato...
Ero molto preoccupato perché mi sentivo con la pancia particolarmente gonfia: da diverse settimane avevo finito le mie crocchette alla crusca e la costipazione iniziava ad avere la meglio sul mio intestino pigrissimo.
Beh, prevedibilmente ero ingrassato, ma meno di quanto temessi: in due mesi e mezzo avevo ripreso circa 1,5 Kg...

Comunque ho deciso di correre ai ripari e di riprendere il controllo della situazione: l'esperienza della dieta precedente mi è stata utile ma ho deciso di optare per alcune varianti.
Prima di tutto non mi peserò ogni mattina per due ragioni: è stressante e il mio bagno è troppo freddo. Così mi peserò solo una volta la settimana. Ho poi deciso anche di mangiare magari un po' di più ai pasti ma di eliminare qualsiasi spuntino. Infine mi concederò solo due tè al giorno.

Ma la novità maggiore è la genialata di mia invenzione: il bracciale magico dimagrante!



La mano modella della foto è l'infida mano sinistra (da chitarrista) di KGB.
Fra l'orologio (*1) e la mano (da chitarrista) è possibile vedere il braccialetto dimagrante di mia invenzione!
Lo scopo del bracciale è molto semplice: moltiplicare magicamente la forza di volontà di chi è a dieta.
Negli ultimi mesi (quando in effetti non ero più a dieta) più volte mi è capitato, ad esempio, di cedere alla gola e di “pasteggiare” con arachidi pralinate, M&M's e patatine salate al formaggio.
Eppure ben sapevo, sia quando ho comprato queste delicatessen che quando le ho divorate, che mangiandole sarei ingrassato: quindi perché l'ho fatto?

Semplicemente come diceva Sant'Agostino (*2) ho preferito un piacere di gola momentaneo a uno sì più grande ma anche più lontano: l'essere magro con tutto ciò che comporta...

Lo scopo del braccialetto è il seguente: ricordare costantemente al suo portatore gli obiettivi lontani a cui si aspira in maniera che, quando si deve prendere la decisione su cosa comprare/mangiare, ci si ricordi di quali siano le nostre priorità.

A questo scopo ho inserito nel braccialetto quattro pezzettini di carta colorata: in realtà si tratta di striscioline di carta, arrotolate su se stesse, dove ho vergato di mia mano (da chitarrista) i motivi per cui voglio dimagrire.

Inoltre il bracciale stesso, e anche il fatto che i foglietti di carta siano legati ad esso con dei nodi, appaga l'animo esoterico e primitivo che è in me (*3)!

Per chi vuole provare, io ho usato un semplice laccetto da scarpe e della schifosa carta a quadretti, però secondo me, ciò che è veramente importante, è prendersi del tempo per riflettere su quali siano i nostri obiettivi da scrivere sui foglietti (*4). Non importa poi se un desiderio sia o meno diretta conseguenza del nostro dimagrimento: l'importante è che ci sia un minimo di connessione in maniera che possa realisticamente servirci da stimolo. Secondo me è accettabile, per quanto improbabile, scriverci “Voglio dimagrire così che Lucia si innamori di me” ma non “Voglio dimagrire per essere eletto in parlamento” perché non è correlato con la perdita di peso: comunque fate voi!

Ancora è presto per trarre conclusioni ma, in questi giorni, ha funzionato molto bene e la mia volontà mi pare più ferrea del solito...

Nota (*1): l'orologio è un'eccezione: KGB ha passato l'80% della sua vita senza orologio, periodicamente però ne riceve uno in regalo e, finché durano le batterie, lo porta al polso...
Nota (*2): forse ho fatto una citazione più lunga della gamba: non sono sicuro si tratti di Sant'Agostino! Il filosofo che avevo in mente io spiegava che l'uomo sceglie il male/peccato, per un errore di valutazione, perché antepone un piacere immediato al bene più lontano della salvezza eterna: magari è Platone oppure ho “miscelato” insieme idee diverse...
Nota (*3): come insegna infatti il Frazer (“Il Ramo d'Oro” sottocapitolo “Tabù su nodi e anelli”) nodi, anelli e per estensioni anche bracciali, implicano della magia simpatica. Se il braccialetto rappresenta la nostra volontà, allora il fatto che sia legato al nostro polso, rafforza la nostra volontà grazie a un misto di magia contagiosa e magia omeopatica. I nodi poi, analogamente, legano i nostri desideri/propositi alla nostra volontà. Insomma, da un punto di vista di teoria magica, l'idea non fa una grinza!
Nota (*4): per la cronaca io ho scritto solo le iniziali delle parole che indicano il mio obiettivo. Esempio: invece di “Voglio diventare ancora più bello” avrei scritto “V D A P B”. In questa maniera anche se il foglietto si stacca non si rischiano figure imbarazzanti!

giovedì 26 gennaio 2012

Lezione XI: Crisi!

Prima o poi doveva succedere: quando si prova a fare qualcosa di nuovo si arriva sempre a una fase di sconforto...

Ma procediamo con ordine: la lezione è stata ok.
Ormai abbiamo raggiunto una scaletta decentemente stabile.
Nel primo terzo di lezione, aiutandomi con i miei appunti, gli riassumo come sono andati gli esercizi durante la settimana ed, eventualmente, chiedo chiarimenti; in contemporanea o subito dopo può succedere che sia il maestro a chiedermi di suonare qualche esercizio per capire meglio quale sia la mia situazione.
Nella secondo terzo di lezione il maestro mi cambia gli esercizi della settimana e facciamo un po' (ma poca) di teoria.
Nell'ultima parte mi spiega come eseguire il brano musicale: nelle ultime due lezioni, ad esempio, abbiamo iniziato a studiare “Fear of the dark” degli Iron Maiden...

Anche questa volta abbiamo cambiato molto gli esercizi per casa: da una parte è un bene perché così evito di annoiarmi dall'altra cambiare troppo genera un po' di confusione. E il seme della crisi germogliata oggi è stato qui piantato...

Per la cronaca abbiamo ricambiato il riscaldamento: si è aggiunto l'esercizio Penta-La Blues (è come il Penta-La con l'aggiunta di due Re#) e, per non allungarne troppo la durata, ho eliminato la verticale-A. Inoltre alla Penta-La è stato aggiunto il “trillo”: non mi dilungo su di esso perché, una volta a casa, mi sono reso conto di non aver capito bene come farlo! Dovrebbe essere come il legato solo che la seconda nota, quella senza plettrata, la si deve ottenere picchiettando più volte con il dito sulla corda...

L'esercizio di ritmica lo si è diviso in due parti: Ritmica-M e Ritmica-B.
La Ritmica-M lo faccio con le corde mute e, semplicemente, devo suonare diversi ritmi stando attento alla direzione della plettrata:
¼↓ ¼↓ ¼↓ ¼↓
⅛↓ ⅛↑ ⅛↓ ⅛↑ ⅛↓ ⅛↑ ⅛↓ ⅛↑
⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓
¼↓ ¼↓ ⅛↓ ⅛↑ ⅛↓ ⅛↑
¼↓ ⅛↓ ⅛↑ ⅛↓ ⅛↑ ¼↓
Nella Ritmica-B devo invece suonare degli accordi usando le ritmiche viste precedentemente: per semplicità si tratta di coppie di accordi (D A; Em D; Am D; E A; G A) e quindi, dopo un po', diventa automatico passare dall'uno all'altro (non c'è il problema di doversi ricordare la sequenza!).

Anche la Progressione è cambiata: al posto delle sequenze lunghissime (e con accordi non semplicissimi come il Bm7) della scorsa settimana siamo tornati a 4 giri semplici semplici:
D A G A
G Em C D
E G A G
C Dm G Am
Anche questi giri li devo suonare sulle ritmiche introdotte nell'esercizio Ritmica-M. In pratica è identico al Ritmica-B solo che le sequenze di accordi sono più lunghi...

Infine modificato ancora il Blues: la ritmica è diventata 1↓ 2≠ 3 | 4↓ 5≠ 6 cioè plettrata giù al primo tic, muto le corde al secondo, niente al terzo etc...
Il motivo è che, con la vecchia sequenza 1↓ 2 3 | 4↓ 5 6, dopo aver suonato l'accordo al 4˚ tic, rimanevo imbambolato a sentirlo suonare e poi non facevo più in tempo a cambiare accordo! Inoltre (anche se non è più blues!) ho ridato la precedenza a Dm7 (e suono quindi Dm7(I), Am7(IV) e Em7(V)).

Per il brano mi ha insegnato tre nuovi accordi necessari: Power Chord D (PC-D), Power Chord Bb (PC-Bp) e Power Chord C (PC-C). Non so quale sia in italiano la traduzione di Power Chord (accordo potente?): secondo il maestro si tratta di accordi che sono una via di mezzo fra gli accordi maggiori e quelli minori, molto usati nel rock perché... ach! Non me lo ricordo più!
Comunque questi tre accordi vengono usati in Fear of the Dark e io devo iniziare a impararli: non sembrano difficili perché la posizione delle dita è la stessa e sono solamente traslati lungo il manico della chitarra; l'unica cosa a cui mi ha detto di stare attento il maestro è di non pizzicare per errore la seconda corda perché stona particolarmente (non ricordo più con quale accordo)...
Ecco la sequenza che devo imparare:

Ok, alla lezione quindi andò tutto bene: mi sembrava di aver capito tutto ed ero contento per le novità. Come mio solito provai i nuovi compiti solo il giorno dopo e fu allora che la magagna si manifestò!
La sequenza dell'esercizio di Ritmica-M, opportunamente numerata come la 17 (questi esercizi provengono infatti da delle fotocopie), mi risulta impossibile da eseguire!
Per la precisione si tratta di questa: ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓ ⅛↓
Ovvero tutti ⅛ plettrati verso il basso (non ho problemi con la sequenza precedente dove la plettrata è alternata). Il motivo è che mi ero, a fatica, abituato ad associare il movimento del piede che batte il tempo seguendo il metronomo alla direzione della plettrata: cioè quando il piede va in basso la plettrata è in giù, quando va verso l'alto in su...
Sarà che sono troppo scoordinato ma adesso non mi riesce più dissociare i due movimenti col risultato che: o vado fuori tempo oppure accelero col piede...
E il problema non è rallentare i bpm del metronomo: ieri sono passato da 66 a 50bpm e, pur provando e riprovando per 20 minuti, non ho risolto niente. Oggi ci riprovo abbassando ancor di più il tempo ma sono pessimista sulle probabilità di successo.
Quel che mi deprime non è la difficoltà in sé quanto il fatto che non mi riesca assolutamente: se infatti mi riuscisse almeno un minimo, anche a una velocità molto lenta, sarebbe poi solo questione di pazienza e pratica e poi, più o meno rapidamente, andrei ad aumentare la velocità. Quando però il proprio livello di abilità è zero sembra impossibile poterlo migliorare ed è questo che mi abbatte...

PS: Fatemi sapere se trovate i dettagli degli esercizi interessanti: per me è molto impegnativo riportarli e sono scettico sulla loro utilità per il lettore occasionale. Chi è interessato me lo faccia sapere (tramite commento o con un'email...) altrimenti dalla prossima lezione inizierò a tralasciarli!

mercoledì 25 gennaio 2012

Importante! Rieccoci...

Il web italiano non ha pace: un deputato leghista, dal nome molto appropriato, ha presentato un emendamento alla “legge comunitaria” in votazione in questi giorni (vedi articolo del Corriere.it) che rischia di essere l'ennesimo bavaglio alla libertà di internet...
Si usa il solito pretesto di leggi/emendamenti destinati a proteggere (giustamente) i copyright ma lo si fa, temo volutamente, in maniera sbagliata.
Lo si fa infatti con leggi che rendono possibile evitare di passare dai tribunali per rimuovere contenuti o chiudere siti: la conseguenza è che questo tipo di normative possono venire facilmente abusate per censurare qualsiasi contenuto sgradito al potente politico/istituzione/azienda di turno.
Vedi Ennesima mala legge oppure Non so che dire etc, per un maggior approfondimento: le problematiche sono sempre le stesse e non ho voglia di ripetermi...

Successo! 28-Gennaio-2012
Alla scandalosamente lenta velocità di 42bpm riesco a sincronizzare il piede col metronomo e a plettare tutti gli ottavi verso il basso! (Vedi Lezione XI: Crisi!)

Colloquio fra Don Abbondio e cardinale Federigo Borromeo 28-Gennaio-2012
Sto rileggendo i Promessi Sposi e ieri sera mi sono fatto delle belle risate al capitolo XXV, quello dove il cardinale Federigo Borromeo fa una bella ramanzina a don Abbondio.
Il motivo non è tanto l'abilità o l'umorismo del Manzoni quanto che non riuscivo a trattenermi dall'immaginare dialoghi sulla falsa riga della telefonata Schettino-De Falco...
Cose del tipo:
FB: “Don Abbondio torni in chiesa, cazzo!”
o
FB: “Ci sono già delle pecorelle smarrite...”
Abb.: “Quante?”
FB: “Non lo so... una c'è... me lo devo dire lei quante sono, Cristo!”
o
Abb.: “...allora, cardinale, le dico una cosa...”
FB: “Parli a voce alta”
Abb. “allora, la chiesa adesso... io sono qui di fronte...”
FB: “Don Abbondio, parli a voce più alta! Metta la mano di fronte alla bocca e parli a voce alta! CHIARO!?”

E poi, la scena del buio, etc...

Oscuro concilio 28-Gennaio-2012
In un'epoca più felice l'Alta Assemblea degli Oscuri Maestri Perfetti si riuniva in concilio...

Dannata caffeina 31-Gennaio-2012
Ieri, dopo pranzo, ho voluto provare a prendere un cappuccino al bar: a sera ero contento perché avevo un gran sonno e pensavo che l'effetto della caffeina si fosse esaurito. Sono andato a letto ma dopo aver dormito un paio d'ore mi sono ritrovato sveglissimo...
Ben mi sta! Ormai l'effetto che mi fa il caffè lo conosco e non dovrei prenderlo se non ne ho veramente bisogno. Per la cronaca, un caffè espresso mi tiene sveglio tre giorni...

Critica musicale

Quando pubblicai il post Teen Wolf Music resistetti sì e no 10 minuti prima di mailare un amico per chiedergli il suo parere.
Da che mondo è mondo, ovvero da quando lo conosco, è sempre stato lui l'esperto di musica che mi faceva “assaggiare” gruppi musicali diversi: io sospiravo annoiato storcendo il naso alle sonorità alle quali non ero abituato e, solo alle canzoni più orecchiabili, assentivo dicendo “questa mi piace... un pochino...”. E allora egli mi raccontava tutti i retroscena della band, l'origine dell'album e un sacco di altre informazioni.
Insomma è un tizio che la musica l'ha sempre seguita e tuttora la segue: tanto per rendere l'idea dal 2009 (!!) mantiene un blog con le classifiche settimanali della musica heavy metal chiamato The Metal Chart...

Chiarito questo antico rapporto maestro/allievo, ero quindi impaziente, per una volta, di essere io a fargli ascoltare qualcosa che non conoscesse e non il viceversa...
Premetto che sapevo di essere stato di manica larga nel selezionare i brani, mirando soprattutto a indicare autori “poco conosciuti” (per le eccezioni vedi il post originale) però alcuni mi sembravano carini o, almeno, con degli aspetti interessanti.

Dopo qualche giorno mi ha mandato una risposta, che ripropongo qui di seguito, dove mi dava il suo giudizio brano per brano. In effetti è stato piuttosto drastico ma questo solo perché scriveva a me, sapendo che avrei interpretato bene la sua opinione apprezzandone anche il sarcasmo nascosto. Insomma non fatevi un'idea sbagliata: non è un fanatico che crede di sapere tutto ma si è solo divertito ad evidenziare in libertà quello che non gli piaceva! Se avesse saputo che avrei pubblicato le sue opinioni sarebbe stato sicuramente molto più equilibrato ed esauriente di me nell'analisi dei vari brani...
Ciò nonostante ritengo che sia comunque interessante confrontare la differenza fra le nostre opinioni (tenete presente che, come ho detto, a differenza di lui ho ponderato con calma quello che scrivevo perché intendevo farci questo post!) e quindi aggiungo anche il mio parere sui vari pezzi.


Indie pop???? Ma che è sta roba??!! ho retto 1 minuto e 22 secondi. Non valutabile.
KGB: Qui si vede già la differenza nel modo di valutare la musica: lui, come esperto, per prima cosa cerca di inquadrarla in uno specifico genere mentre io, da superprofano, non mi pongo nemmeno il problema! Ammetto che la musica è molto semplice però la tecnica del cantante (immagino abbia un nome ma non lo conosco!) mi piace. Sarò matto ma nel riff mi ricorda l'atmosfera “A horse with no name”. Calmo e rilassato insomma piacevole...


Altro indie pop sorretto da un riff di chitarra appena accennato, ho retto 1 minuto e 29 secondi. Non valutabile.
KGB: Anche in questo caso è la voce della cantante che mi piace; piacevole anche il contrasto fra la voce sempre rilassata e le variazioni di ritmo dell'accompagnamento. Appena noioso nel finale forse...


Ancora Indie Pop. Visto tutto. Sterile arpeggiotto e lenta trama ritmica di tastiera. Accelera sul finale, si vede che si erano rotti le balle anche loro. Non valutabile. Il migliore dei primi quattro.
KGB: questo è forse il pezzo che ho preferito. Mi ha subito colpito per la sua singolarità: immagino che sia questione di gusti ma dove il mio amico sente una musica ripetitiva e noiosa io vedo delle atmosfere ipnotiche, quasi magiche. E poi le accelerazioni di ritmo mi hanno sempre fatto impazzire! Semmai manca una bella batteria potente che sul finale trascini ancor di più l'ascoltatore. Comunque mi piace molto...


Visto tutto. Semplice Indie Pop di scarso interesse. Non valutabile.
KGB: in effetti questa è leggerina però mi pare ben costruita. Il riff mi piace. Per me la peggiore delle prime quattro.


Visto 2 minuti e 40. Semplice pezzo elettronico di bassa levatura. Leggermente più elaborato degli altri. Tra il non valutabile e il 2.
KGB: Mi piace lo strano ritmo della batteria e la dissonanza che crea con l'armonia (invero un po' ripetitiva) della tastiera (credo!) che periodicamente ripete un semplice ritornello. In effetti sul finale diventa un po' ripetitivo...


Oh!!!! Finalmente un brano musicale!!!! Indie rock adolescenziale buono senz'altro per ragazzini ancora all'oscuro di rnr vero. Non fa per me, ma normalizzato nel contesto e limitatamente al suo genere si potrebbe anche arrischiare un 6 stiracchiato.
KGB:Che dire? Mi piace... Bella la voce e altrettanto piacevole come gli strumenti si fondono insieme (è l'arrangiamento?). Rispetto ad altri brani non vi trovo difetti evidenti...


Scadente brano elettronico che strizza l'occhio alla new wave. Una buona insufficienza piena, forse intorno al 3 abbondante.
KGB: Sembra quasi musica da discoteca: forse nella scelta di questo brano sono stato influenzato dal fatto che sembrano veramente degli sconosciuti. Ritmi molto semplici. Adesso, a distanza di un mese, probabilmente non la includerei più nella mia selezione...


Si torna all'Indie Pop. Come sopra, ma più adolescenziale e di minor qualità. Tra il 2 e il 3. Retto 2 minuti e 40.
KGB: A me il ritmo della canzone piace idem per la voce dei cantanti. Il ritornello cantato è bellino! Magari sul finale un po' ripetitivo...


Retto 2 minuti. Indie Rock veramente pessimo, ma qui le tendenze emo sono quasi assenti. Perciò un 3 glielo si potrebbe anche dare.
KGB: Questa ha energia! Mi dà una bella scossa ascoltarla! Mi piace anche come la voce del cantante è impostata... Insomma mi piace molto!


Retto 1 minuto e 5 secondi. Ma sul serio???? Non valutabile.
KGB: La voce mi piace moltissimo! Ha qualcosa, non so... di decadente? Forse sensuale? E poi il ritornello è bello! Una delle mie preferite!


Vabbe', sto tipo è famoso. Pezzo house di qualità professionale ma brutto brutto. Sembra generato automaticamente con uno di quei software apposta!!! Tra il non valutabile e il 2.
KGB: Ma... anche io ho difficoltà a valutare perché in genere non riesco a reggere la musica di questo tipo: Filipe, il mio amico olandese, ne era appassionato ma a me dava la nausea. Eppure questa è diversa: non c'è la batteria martellante e l'intro crea un crescendo tale che quando si arriva a 2:35 viene anche a me voglia di mettermi a saltellare sul posto! Non so se sia stata elaborata in maniera semiautomatica ma sicuramente è costruita per raggiungere uno scopo: rispetto alla musica tradizionale usa un linguaggio diverso per comunicare basato sui ritmi e variazioni molto lente. Sicuramente non sarà mai il mio genere eppure ci percepisco qualcosa... Poi è chiaro che è un po' ripetitiva visto che la gente la deve “ballare” saltellando sul posto: ma questa, secondo me, è una concessione commerciale fatta dall'autore per vendere...


I campioni dell'EMO!!! Qualche anno fa abbiamo visto insieme il video del loro pezzo migliore e mi hai detto che facevano proprio cagare e, ovviamente, avevi ragione. Intorno al 4 scarso.
KGB: Evidentemente nel video che mi aveva fatto vedere non c'era la ragazza coi pattini: KGB non resiste alle ragazze sui pattini!
Mi pare divertente: piacevole il ritornello con i “na na na”! Il difetto maggiore è che la ragazza sui pattini non ha abbastanza spazio nel video...

In definitiva, tanto improvvisato indie pop amatoriale più due pezzi professionali (uno scadente pezzo dance e uno emo). Non conosco il telefilm ma se devo giudicare dal "teen" nel titolo probabilmente la colonna sonora è mirata a uno specifico target di pubblico.
KGB: infatti a noi teenager piace!

Conclusione: nonostante i giudizi drastici del mio amico solamente su tre canzoni siamo in completo disaccordo: "Au Revoir Simone - Tell Me", "The Static Jacks - Fire in The Bridge And In The Tunnel Below" e "I'll be true to you - Research Material". Rimane confermata la massima de gustibus...

martedì 24 gennaio 2012

Passera becca il debito

Ieri ho trovato sul Corriere.it l'articolo Una società per ridurre il debito: dato che recentemente ho approfondito la materia (vedi Indagine sul debito e Ancora sul debito) ho deciso di leggerlo con attenzione.

Inizialmente si riporta qualche cifra interessante:
La crescita previste dalle liberalizzazioni è del 1,5% e non dell'11% come precedentemente apparso sempre sul Corriere.it (vedi il corto Colline 11); mi chiedo, visto che la cifra dell'11%, è un evidente refuso, perché non c'è stata nessuna rettifica di questo clamoroso errore? KGB è un po' paranoico ma gli viene il sospetto (*1) che i media cerchino in ogni modo di incensare il governo Colline non esitando a pubblicare notizie evidentemente errate...
Il debito pubblico è attualmente di 1900 miliardi: come scritto in Indagine sul debito il debito pubblico era a 1909 miliardi a ottobre 2011. Primi dubbi sull'accuratezza dell'articolo....

Viene spiegato che, per pagare i debiti delle amministrazioni pubbliche, verranno emessi dei BOT
per 70 miliardi. L'articolo si propone di spiegare come verrà effettuata questa emissione senza aggravare ulteriormente il debito pubblico.

Entra in scena la “Cassa depositi e prestiti” (Cdp), controllata al 70% dallo Stato e al 30% da 65 fondazioni bancarie (*2), il cui ruolo verrà chiarito nel seguito dell'articolo.

Altra notizia importantissima: si viene a sapere che il vero problema non è semplicemente non far aumentare ulteriormente il debito pubblico (quello di 1900 miliardi) ma di portarlo dal 120% al 60% del PIL in 20 anni!! L'articolo afferma che per raggiungere questo obiettivo, immaginando il PIL costante (*3), bisognerebbe ridurre il debito di 45 miliardi l'anno (verifichiamo: 1900/2 = 950 950/20= 47,5 miliardi. Ok, solo una “piccola” approssimazione...).

Ecco l'idea: il ministero dell'economia vende a Cdp le sue azioni (“Sace e Fintecna, ma anche di molto altro” (*4)) per un controvalore di circa 50 miliardi. Anche le regioni potrebbero “approfittarne” per disfarsi delle loro partecipazioni. La Cdp potrebbe quindi comprare a basso prezzo (vista la grande quantità) queste azioni (bel guadagno per le regioni allora!). Lo Stato manterrebbe un controllo indiretto su queste società perché ha il 70% della Cdp...

Inoltre quando in futuro il valore delle azioni dovesse riaumentare la Cdp potrebbe vendere le partecipazioni che non reputa essenziali guadagnandoci; contemporaneamente lo Stato potrebbe usare questo tesoretto per “inizierebbe a rientrare dall'eccesso di debito pubblico con maggiore tranquillità”

I miei dubbi: cioè lo Stato farebbe cassa vendendo a sé stesso? è un gioco di scatole cinesi? Cioè da dove arriverebbero i soldi che la Cdp userebbe per pagare la azioni? E i BOT per 70 miliardi cosa c'entrano con questo?
Ma proseguiamo nella lettura dell'articolo...

Considerazioni sul rapporto debito/PIL: ok...
Il pagamento dei fornitori in 30/60 giorni farebbe bene all'economia: ovviamente vero...

Ah, ecco: l'idea è pagare i BTP in scadenza col “tesoretto” ed emettere BOT per finanziare il debito delle amministrazioni locali.
La Cdp prenderebbe i soldi dai propri depositi presso il Tesoro che, in totale, ammontano a 120 miliardi. Però la Cdp è finanziata dai risparmiatori con obbligazioni emesse dalle Poste (e questo, credo, significa che non può usare tutta questa liquidità dovendo anche rimborsare i risparmiatori). Quindi, per poter avere la “leva finanziaria” necessaria, dovrebbe prima acquisire le società che hanno pochi debiti e molta liquidità (non mi è chiaro perché ma mi puzza di fregatura per lo Stato...) per raggiungere i 50 miliardi necessari per l'intera operazione...

L'articolo continua spiegando che la Cdp assumerebbe un nuovo ruolo e che istituzioni simili sono presenti in Francia e Germania.

Interessante pure questo paragrafo: “La Cassa - il capolavoro di Giulio Tremonti che sarebbe un guaio rovinare - non fa parte del perimetro della pubblica amministrazione”. E poi spiega meglio: “Sarebbe un grave errore se, nelle future transazioni, la politica non ne rispettasse l'autonomia con il rischio che Eurostat ci costringa a riportare tutto nel perimetro del debito pubblico”.

In altre parole i debiti della Cdp non sono considerati far parte del debito pubblico perché la Cdp non è considerata essere un'entità controllata dallo Stato italiano e infatti, in teoria, il governatore della banca d'Italia potrebbe bloccare immediatamente l'operazione!

Ok, a me pare di aver capito tutto quanto ma, se così è, c'è una grande contraddizione: se il tesoretto di 50 miliardi lo si usa per estinguere i BTP in scadenza allora il debito pubblico diminuisce di 50 miliardi; se però si emettono BOT per 70 miliardi allora il debito pubblico aumenta di 70 miliardi. Cioè l'operazione, così come è spiegata, porterebbe a un aumento del debito pubblico di 20 miliardi e non a una sua diminuzione!
Supponiamo che io non abbia capito nulla di quanto scritto nell'articolo e che, per il 2012, si diminuisca effettivamente il debito pubblico dei 45 miliardi stimati in partenza: ma per i 19 anni successivi da dove si raccattano i 45 miliardi necessari ogni anno? Questa operazione la si può infatti eseguire una sola volta! È forse un esempio di politica lungimirante del governo Colline??

Conclusione: l'operazione, date le grosse inconsistenze riscontrate, mi pare molto dubbia e che meriti di essere approfondita. Io, dato che l'autore di questo piano è un tale Corrado Passera, ministro dello Sviluppo (*5), non mi stupirei se l'intera operazione non fosse altro che una manovra per svendere alle banche le società statali più floride...

Nota (*1): questo è sarcasmo...
Nota (*2): sarebbe interessante sapere perché si parli di “fondazioni bancarie” e non semplicemente di “banche”.
Nota (*3): In realtà il PIL non è costante: nelle economie sane cresce ogni anno, ma per l'Italia, è previsto un calo del 2%. Tanto per rendere l'idea questo significa (supponendo poi il PIL costante per gli anni successivi) che bisognerebbe ridurre il debito di 49 miliardi l'anno: ben 4 miliardi in più della prima approssimazione proposta...
Nota (*4): non commento nemmeno l'idea di rendere a pagamento tratti autostradali ora gratuiti per aumentarne il valore in caso di vendita...
Nota (*5): ma anche e soprattutto uomo delle banche.

domenica 22 gennaio 2012

Colline russe

Era da tempo che meditavo di farlo: so di aver scritto almeno un paio di post sotto l'emozione del momento e dove, conseguentemente, non sono stato oggettivo come avrei voluto.
Con questo post voglio cercare di ricapitolare gli alti e i bassi delle mie valutazioni su Colline & C.: ovvero quante delle mie previsioni/osservazioni erano giuste e quante sbagliate. Partirò da novembre, dagli sgoccioli del governo Berluska, in poi...

Il primo post è Tagli e prelievi (2/Novembre). Scritto sull'emozione del momento: all'epoca sembrava plausibile un prelievo forzoso dai CC. Il governo Berluska smentì questa ipotesi o, comunque, non ebbe tempo di metterla in atto. In compenso ci ha pensato Colline: come definire il bollo di 50€ sui CC? In pratica equivale a un prelievo del 1% su un conto da 5000€, inoltre, come tutte le iniziative del governo Colline, è iniquo in quanto non proporzionale alla ricchezza (paga la stessa cifra chi ha un CC di 500€ e chi l'ha di 500.000€) e infine, invece di essere pagato una volta sola, sarà da pagare ogni anno...
Nel resto del post suggerivo possibili risparmi: niente da aggiungere al riguardo.

Buffo se non tragico (13/Novembre): ecco, questo è il post dove le ho sbagliate tutte!
I concetti espressi erano: 1) Bersani avrebbe dovuto dare appoggio esterno al governo Berluska; 2) scarsa correlazione fra governo italiano e fiducia dei mercati; Berluska non era la causa di tutti i mali; 3) mercati vogliono provvedimenti forti e credibili; 4) governo tecnico sarà debole e incapace di prendere provvedimenti forti; 5) la prima misura sarà la reintroduzione dell'ICI.
In realtà i punti sbagliati sono solo l'1 e il 4. L'errore di valutazione del punto 4 ci poteva stare invece, quello del punto 1, mi secca particolarmente: avessi avuto la possibilità di telefonare a mio zio per parlargliene ci avrebbe pensato 3/5 secondi poi mi avrebbe risposto: “Uhmm... Noo! Non può! Persani è come l'autista di un autobus che sta affrontando una curva brusca: se prova a cambiare traiettoria rischierebbe di perderne il controllo; inoltre difficilmente gli altri esponenti del partito accetterebbe questa sua decisione...” o qualcosa del genere... Riguardo il punto 4 pensavo che il governo tecnico non avrebbe ricevuto il sostegno dei partiti per prendere decisioni impopolari: invece no! I partiti sono evidentemente stati ai patti e hanno sostenuto tutti i provvedimenti presi CONTRO gli italiani dal governo Colline.
Volendo anche il punto 3 non è esattissimo: attribuisco buon senso e intelligenza ai mercati che in realtà sono più guidati dall'isteria che dalla logica (nel bene e nel male)...

Corto Colline 1 (15/Novembre). Cronaca della giornata. Ribadisco che Persani aveva sbagliato (vedi sopra per il mea culpa).

Corto Colline 2 (16/Novembre). Altra cronaca: niente da aggiungere...

Corto Colline 3 (17/Novembre). Altra cronaca. Ipotesi sul prelievo forzoso dai CC. Vedi sopra per la “somiglianza” fra bollo e prelievo forzoso.

Corto Colline 4: aspettando la fiducia (17/Novembre). Osservando la composizione del governo faccio notare che è espressione dei “poteri forti”. D'accordissimo con me stesso...

Colline 5: considerazioni dopo il voto (18/Novembre). Niente da aggiungere: condivido tutto...

Colline 6: la Lega spiegata (25/Novembre). Sono ancora d'accordo con me stesso: anzi mi considero molto scaltro per aver svelato questo “mistero”!

Post eventuali 1 (26/Novembre). Accenno all'inutilità del provvedimento (pro banche) del limite sugli acquisti in contante: mi pare che la cronaca abbia poi confermato questa mia idea... Al paragrafo Colline 5 ½ esterno le mie perplessità sulla reale efficacia della manovra di Colline...

Welfare illusionista (5/Dicembre). Beh, nel post c'è poco di politico: più che altro evidenzio come i media tradizionali si sforzino di far apparire al meglio il governo Colline...

Colline 7: piove forte (7/Dicembre). Riassumo i punti principali della manovra che, a mio giudizio, era e resta disastrosa.

Colline 8: governo contro (13/Dicembre). Dopo aver “digerito” la manovra prendo una posizione molto chiara contro questo governo considerandolo, non solo il peggiore degli ultimi anni, ma espressamente CONTRO gli italiani. Rimango di questa idea...

Colline 9: la nausea (15/Dicembre). Ottimo post: sfortunatamente... Riassumo una lunga serie di perplessità su numerosi aspetti di questo governo che mi deprimono e preoccupano. Oltretutto, vista la manovra, prevedo chiaramente aumento dell'inflazione e recessione (la recessione è già stata ampiamente confermata mentre, per l'inflazione, ancora non ci sono dati ma rimango convinto della mia previsione). Ipotizzo per l'ennesima volta che questo governo sia diretta espressione dei poteri forti e che abbia il totale disprezzo per gli interessi degli italiani. Concordo al 300% con me stesso!

Questo del 15 dicembre è stato l'ultimo accenno (non considerando un sogno!) che ho fatto sul governo Colline: un po' perché ci sono state le feste in mezzo e in parte perché, ogni volta che leggo le iniziative del governo, mi sento male...
Avevo avuto una mezz'idea di scrivere un post sulle misure omeopatiche per far riprendere l'economia: dico solo che il governo stima un aumento potenziale del PIL del 10% mentre io dello 0,1% (attenzione la stangata precedente d'inizio dicembre porterà a una diminuzione del 2,5% del PIL quindi nel complesso il calo sarà solo del 2,4%!!).
Oooppss! Stamani mi è ricascato l'occhio su un articolo del Corriere.it dove le stime della crescita sono passate dal +10% al +11% e, a questo punto, non ho resistito a scriverci almeno un corto: la stupefacente dichiarazione di Colline frutto di stupefacenti?

Conclusione: mi sembrava di aver scritto più cazzate invece, a parte il post Buffo se non tragico, mi sembra di essere stato piuttosto lucido nelle mie analisi.
Riguardo alla gravità del calo del PIL, stimato al -2,2% per il 2012 (vedi qui), mi limito a ricordare che, approssimativamente, un calo del 2% equivale a un ammanco di 15 miliardi per le casse dello Stato: esattamente un'altra "manovrona"...

Questo governo Colline sarà anche formato da tecnici: ma si tratta di tecnici del legno o dalla testo di legno...

venerdì 20 gennaio 2012

Bisbate

Nel post Arrampibisba avevo spiegato come Bisba ami arrampicarsi sugli alberi e dello spavento che mi aveva fatto prendere comparendo improvvisamente sul davanzale della mia finestra al primo piano: ripartiamo da qui...

Qui si vede che la mia finestra è almeno a 2,5 metri da terra (cemento). Oltretutto, il ramo dell'alloro da cui Bisba (per ben due volte) ha spiccato il salto non è di fronte alla mia finestra ma è scostato di almeno mezzo metro...

Bisba vista dalla mia finestra...

Qualche giorno dopo ci ha riprovato: e questa volta avevo la macchina fotografica...

Prende le misure e si lecca il musino...

Accortasi che l'avevo vista si mette a piangere affinche la faccia entrare: così scatto poche foto e subito corro giù per le scale per aprirle la porta. Il salto infatti mi pare pericoloso e preferisco che non ci provi.

Di seguito bricconate varie...

Confezione di grissini lasciata inopportunamente incostudita sul tavolo...

A volte anche le confezioni apparentemente intatte possono nascondere brutte sorprese: notare la corrispondenza fra i buchini sul cartone e le scalfitture del grissino...

...osservando l'altra confezione è però facile immaginare cosa fosse successo!

Sacchetto di spazzatura dimenticato in cucina: la vaschetta sbriciolata di polistirolo conteneva dei petti di pollo...

Quel che rimane di una treccia (si chiamano così?) di pasta all'uovo cruda...

Foto orribile che però è un memento a uno dei maggiori disastri di Bisba...
Dietro la cucina ho una dispensa "protetta" da una semplice tendina: da tempo, causa furti ripetuti, vi venivano conservati solo scatolette, confezioni di pasta e i brick del latte. Una notte Bisba ha avuto la bella idea di forare un brick del latte (del quale va matta) che fuoriscendo ha imbevuto due rotoli di carta assorbente: tali rotoli sono stati mangiati da Bisba!
Sfortunatamente, appena scattata questa foto (che illustra uno degli inutili gancini messi per cercare di impedire alla gatta l'accesso alla dispenza), le batterie della macchina si sono esaurite...

Ancora in autunno, quando tenevamo la porta aperta, ogni tanto Bisba portava a farci vedere le sue prede. Nella foto un merlo ridotto piuttosto male...

Ogni tanto però Bisba cattura prede molto meno comuni...

Con MOOLTA prudenza, dato il poderoso becco, Bisba allunga la sua zampina...

Col mio aiuto questo bel picchio è riuscito a sfuggire alle grinfie della perfida gattina ed è volato via sulle proprie ali...

Con scarsa lungimiranza si conservavano due confezioni di crocchette di scorta sopra il frigorifero. Un giorno Bisba aveva meno fame del solito e quasi si temeva che non stesse bene, inoltre strani rumori mi avevano insospettito. C'è voluto però un giorno e mezzo per capire il mistero! Astutamente Bisba aveva portato una confezione di crocchette nell'angolo più buio e nascosto sopra il frigorifero (vedi freccia) e, come a un self service si serviva da sola!

Dalla confezione erano spariti oltre 100 grammi di crocchette (equivalenti a circa due giorni di cibo)....